fbpx

Dondup

Dondup nasce dal jeans ed è proprio sul pantalone che si imperniò il progetto di Massimo Berloni e della compagine di soci con cui fondò Dondup, prendendo in prestito il nome a un lama tibetano (Mingyar Dondup) il cui principale credo era “tutti gli uomini sono uguali, razza, color e fede non significano nulla”.

In effetti lo stile Dondup è perfettamente “ecumenico”: traccia, grazie alla visione creativa di Manuela Mariotti, un mondo dall’identità precisa, idoneo a chiunque si riconosca nella libertà di espressione condita da una sensibilità fashion di alto livello.
Famose sono le sperimentazioni dell’azienda di Fossombrone, indotte dallo spirito e dalla cultura del Direttore Creativo: gli studi morfologici sul jeans che portarono ai primi modelli a tasche basse, perfettamente anatomici; le tinture indaco a base di guado, pianta utilizzata nel Medio Evo per creare meravigliosi blu violacei; garze di cotone tinte nel thè.

Categoria

btt